VALLI DEL PASUBIO — IL TERRITORIO

 

Il Comune di Valli del Pasubio  è interamente montano e comprende

tutta la zona dell’alta Val Leogra, divisa dal letto del torrente omonimo.

 

Il territorio (50 Kmq), percorso da numerosi torrentelli, si sviluppa

dai 350 m s. l. m. di Valli centro fino ai 2232 del Monte Pasubio.

Oltre al capoluogo, il paese comprende le due frazioni di

Staro e S. Antonio, otto quartieri e 130 contrade.

 

Le contrade sono l’elemento fondamentale del tessuto

urbanistico, con una organizzazione diversa a

seconda della locazione e dell’origine.

 

Le case sono costruite con materiali del posto:

pietre e sassi per i muri, legno per i soffitti, tetti e ballatoi,

cotto per i coperti.

 

Hanno alcuni elementi in comune: la fontana, il forno,

il capitello e affreschi di soggetto religioso.

 

Il quartiere è un insieme di contrade situate in una stessa zona.

 

Valli del Pasubio gode di un’incantevole posizione ed è circondato

da una corona di monti:  Sengio Alto, Pasubio,  Novegno.

 

Nella zona montana si trovano sentieri attrezzati e pareti da

arrampicare oppure percorsi  sicuri per raggiungere i rifugi alpini.

Importante la Strada delle 52 Gallerie sul Monte Pasubio,

costruita dai soldati del Genio militare negli anni 1916/17.

 

Sul colle Bellavista, da cui si può ammirare tutta la vallata,

si erge il Sacello Ossario del Pasubio, che raccoglie

i resti di oltre 5.000 caduti durante la Prima Guerra Mondiale.

 

Alle quote basse, strade e sentieri immersi nei boschi di castagni

e di faggi, collegano le numerose contrade con percorsi di

facile approccio. Buona parte del territorio è occupato da boschi,

soprattutto di faggi, carpini, castagni, frassini e aceri. 

 

Nei prati, nelle radure e nel sottobosco, troviamo in grande

quantità vari tipi di fiori, le specie più rare e preziose

sono raccolte al Giardino Alpino S.Marco. 

 

La fauna è quella tipica della montagna:

il capriolo, il camoscio, il gallo cedrone,

il fagiano di monte, la pernice bianca.

 

Senza dimenticare la lepre, la volpe e molti altri animali:

scoiattolo, ghiro, tasso, donnola, riccio.

 

Tra i rettili troviamo la vipera e l’orbettino;

tra gli anfibi, nelle pozze d’alpeggio, si distinguono

la salamandra pezzata,

i tritoni e le rane.